Browse By

L’arte della Transilvania

castelul_peles

Castello Peles

In Transilvania hanno convissuto storicamente più etnie e, nonostante la religione ortodossa, è stata aperta alle influenze occidentali dapprima germaniche e sassoni che hanno introdotto il romanico e il gotico; poi austriache che hanno introdotto il barocco.

 

 

Queste influenze hanno determinato due correnti artistiche principali: la prima è di tipo magiaro-sassone, aperta agli influssi occidentali e che si dedica all’architettura e all’arte decorativa; la seconda è tipicamente rumena, più sensibile alle influenze slavo-bizantine. nella pittura. Le tracce del romanico sono invece deboli, seppure significative, come la cattedrale di Alba Iulia.

sinaia-castelul-peles

Castello Peles – Sinaia

castelul-peles

Castello Peles – Sinaia

castello_peles2

Castello Peles – Sinaia

 Lo stile gotico lo troviamo nelle chiese evangeliche sassoni nella zona di Sibiu. Sono le famose “chiese fortezza”, con vasti complessi e magazzini collettivi di viveri, depositi e alloggi. Le più famose sono quelle di Cisnădie e Făgăraș e Codlea.

 

black_church_brasov

Brasov – chiesa Nera

brasov-chiesa-nera

Brasov – chiesa Nera

brasov1

Brasov

 

 

 

 

 

Le chiese medioevali si trovano nella parte meridionale della Transilvania vicino a Braşov. Molte di esse sono costruite in legno, le più importanti sono le chiese fortificate di Prejmer (quattrocentesca) e quelle di Homorod, Hărman e Saschiz.

 

Ci sono numerose chiese con schemi decorativi in gotico fiammeggiante, un importante linguaggio figurativo quattrocentesco, comune in tutta Europa, caratterizzato da linee lunghe e sinuose. Gli esempi migliori sono a Braşov con la Biserica Neagra [Chiesa Nera] o la chiesa di S. Bartolomeo; a Cluj Napoca con la chiesa di S. Michele e a Sighișoara con la chiesa sulla Collina.

 

Transilvania - Sibiu

Transilvania – Sibiu

Lo stile rinascimentale è presente sia nell’architettura sacra, come nella cattedrale cattolica di Alba Iulia, sia in quella civile. Il castello di Hunedoara è un capolavoro del XV secolo, fatto costruire dal re Mattia Corvino. Lo stesso stile lo si può ammirare nel cinquecentesco castello di Gerla costruito da Domenico da Bologna per il cardinale Martinuzzi e in altri castelli dei principi Bethlen dei secoli XVI e XVII.

Il barocco transilvano, dalla metà del XVIII secolo, risente dell’influsso austriaco sia nell’architettura religiosa, come la “chiesa dei Pianisti” di Cluj Napoca, le chiese cattoliche di Sibiu e Targu Mures, o le cattedrali cattoliche di Timișoara e Oradea; sia in quella civile, con gli esempi del palazzo Banffy di Cluj Napoca, il palazzo vescovile di Oradea o del palazzo Brukenthal di Sibiu.

 

In Transilvania lo stile pittorico è essenzialmente romeno in stile bizantino con affreschi costantinopoliani, macedoni e del Monte Athos. Degli esempi si vedono nella zona sono ad Hațeg; nella chiesa di Dârjiu; a Mediaș; nella chiesa evangelica di Sibiu con influenze, boeme e gotiche italiane. Inoltre, negli affreschi del castello di Hunedoara.

Articolo modificato da Graziano Capponago del Monte

error: Content is protected !!