Mare

Cutura

Browse By

Articolo evidenziato

Informazioni generiche sulla Transilvania

        La Transilvania è una delle province più romantiche della Romania e offre paesaggi davvero spettacolari. Si trova nel centro del Paese, immersa nei boschi tra le colline e i Carpazi, la catena montuosa che attraversa la Romania. La natura è ben

Articolo evidenziato

Presentazione sintetica della Romania

Bandiera nazionale (proporzione 3/2): tre strisce verticali uguali – rosso, giallo e azzurro (sull’asta). Denominazione ufficiale: România (Romania). Il nome è stato adottato nel 1862, dopo la fondazione, nel 1859, dello Stato nazionale, con l’unione dei principati danubiani della Moldavia e della Valacchia. Posizione geografica:

Articolo evidenziato

Come si arriva in Romania

In aereo Tra compagnie di bandiera e low-cost i collegamenti aerei tra l’Italia e la Romania sono numerosissimi. Sempre più rotte vengono aperte e ormai si arriva direttamente praticamente in ogni regione del Paese. Al momento attuale si vola in Romania con: Wizzair (www.wizzair.com) Da:

Articolo evidenziato

L’arte della Transilvania

In Transilvania hanno convissuto storicamente più etnie e, nonostante la religione ortodossa, è stata aperta alle influenze occidentali dapprima germaniche e sassoni che hanno introdotto il romanico e il gotico; poi austriache che hanno introdotto il barocco.     Queste influenze hanno determinato due correnti

Articolo evidenziato

Economia: Sistema distribuzione. Politica economica

Il sistema di distribuzione Il sistema distributivo della Romania è ancora in evoluzione e si presenta sicuramente meno articolato e sofisticato rispetto ai paesi industrializzati dell’Unione Europea. Tutte le figure della rappresentanza commerciale, agenti, distributori, importatori, trading companies, franchisor e della presenza diretta (uffici, filiali)

Articolo evidenziato

Economia: Industria – Agricoltura

L’ industria (turismo – cultura – terziario) L’industria ha contribuito fortemente alla crescita del PIL reale. Dopo il declino subìto nel 1999, si è avuta nel 2000 una crescita grazie soprattutto alle esportazioni, che hanno assorbito il 26,1% della produzione. Il settore industriale incide sulla

Articolo evidenziato

Economia: Motori dello sviluppo

I motori dello sviluppo La Romania possiede un grande potenziale di sviluppo, che poggia su fattori come la politica di apertura commerciale, le dimensioni e l’importanza del mercato (23 milioni abitanti), la posizione strategica del paese all’interno dell’area PECO, il vantaggio comparato in termini di

Articolo evidenziato

Scienza e cultura

Il più alto forum scientifico e culturale del Paese è l’Accademia Romena, fondata nel 1867. Essa si articola in 14 sezioni e ha 175 soci e 92 soci onorari in 21 Paesi. L’Accademia ha tre filiali a Iaşi, Cluj-Napoca e Timişoara e coordina 66 istituti

Articolo evidenziato

Storia

Gli antenati del popolo rumeno erano i Daci che appartenevano alla famiglia indo-europea dei Traci. Come altri popoli neolatini, i rumeni si sono creati nel primo millennio d.C., dopo la conquista romana della Dacia sotto l’imperatore Traiano (106 d.C.) e da allora continuano a vivere

Articolo evidenziato

Geografia

Posizione: La Romania è situata nell’Europa sudorientale, a nord della Penisola Balcanica, sul Danubio Inferiore, in riva al Mar Nero e intorno all’arco dei monti Carpazi. Si trova tra le latitudini 43°37’07’’ e 48°15’6’’ dell’emisfero Nord e le longitudini 20°15’44’’ e 29°41’24’’ Est, a metà

Articolo evidenziato

Informazioni generali e utili

Formalità di ingresso: Documenti: Per soggiorni inferiori a 30 giorni di cittadini UE, carta d’identità valida per l’espatrio o passaporto valido almeno 6 mesi. Il visto è necessario solo per un soggiorno di più di 3 mesi. Per informazioni sui visti e i documenti per

Articolo evidenziato

Economia della Romania

La struttura demografica della popolazione Con 22,6 milioni di abitanti, la Romania è al secondo posto tra le nazioni più popolate dell’Europa centro-orientale dopo la Polonia. La popolazione in età di lavoro si aggira intorno a 10,4 milioni. La densità della popolazione è di 96

15. Storia di Dracula

Storia di Dracula 15/15 Crudele fine di vita Che fine abbia fatto il corpo di Vlad Tepes è domanda di qualche interesse al fine della leggenda che lo volle dopo la morte vampiro – o strigoiu, come dicono i valacchi, ogoljen i Boemi, vukodlak i

14. Storia di Dracula

Storia di Dracula 14/15 Prigionia dorata Ne pagava le spese Vlad Tepes, senza che gli venisse però torto un capello. È questa l’ipotesi più credibile sulle ragioni della sua dorata prigionia nella fortezza di Buda e nella vicina residenza reale di Visegrad, sul Danubio. Matteo

13. Storia di Dracula

Storia di Dracula 13/15 Amicizia tradita Mentre il Radu il Bello si impossessa del trono della Valacchia, Vlad si illude di poter ricevere aiuto dal cugino Stefano IV di Moldavia, cui è legato dall’antico patto di reciproco soccorso. Si aspetta che onori il giuramento allo

12. Storia di Dracula

Storia di Dracula 12/15 La peste per alleata Tirgoviste era la meta più importante di quella sua campagna. Sarebbe dovuta diventare il punto di partenza per le operazioni verso l’Ungheria. Ridotta però a un mucchio di cenere, senza uomini né animali né acqua da bere,

11. Storia di Dracula

Storia di Dracula 11/15 Il nemico di sempre Nella logica della crociata, nessuno, neppure il Papa, trovava da eccepire se la ferrocia di Dracula era diretta contro gli infedeli. Vlad Tepes escogitò supplizi che “nemmeno i persecutori della cristianità, da Erode a Nerone, a Diocleziano

Monastero Moldovita

Il Monastero venne costruito nel sec. XIV per volere di Alessandro il Buono (ne rimangono le rovine) e rifondato nel 1532 dal voivoda Petru Rares, lo circonda un muro di difesa spesso di 1.20 m e alto 5 m, con tre torri (cinque in origine).

10. Storia di Dracula

Storia di Dracula 10/15 L’ultima caccia Come aveva giurato al cugino Stefano di rimetterlo sul trono, Vlad 4 aveva giurato di non dare pace alla stirpe dei Danesti dopo essersi ripreso il proprio. Così, con la stessa determinazione con cui si era precipitato in Moldavia

9. Storia di Dracula

Storia di Dracula 9/15 Se la moglie sbaglia E il caso di un altro episodio ricorrente nelle cronache, il cui protagonista è un contadino dalla tunica troppo corta e malandata (o dai pantaloni troppo stretti, a seconda delle versioni). Dracula lo avvicina e gli domanda:

8. Storia di Dracula

Storia di Dracula 8/15 Spirito di crociata Era una specie di acconto sul principato di Valacchia, al cui trono Dracula sarebbe presto tornato. Lo si poteva intuire dall’eco crescente delle sue imprese, ma anche, inversamente, dal decadimento del prestigio dei Danesti, considerati ormai inaffidabili per

7. Storia di Dracula

Storia di Dracula 7/15 Vlad l’Impalatore CI VOLLERO OTTO ANNI PRIMA CHE IL GIOVANE PRINCIPE RIUSCISSE A RIPRENDERSI LA CORONA DI VALACCHIA. UN TEMPO LUNGHISSIMO, TRASCORSO MEDITANDO LE ATROCI RAPPRESAGLIE CHE LO RESERO TRISTEMENTE FAMOSO Gli Hunyadi non se n’erano stati ad aspettare il ritorno

error: Content is protected !!