Bucarest

romanian-athenee-bucharest-1Palazzo del Parlamento Bucarest

Bucharest Parlamento

Bucharest – la capitale della Romania (2.010.050 ab.), sita nella parte sud-est del paese.
Sono state trovate tracce del neolitico e paleolitico.
Nel 1459, Vlad Tepes (detto Dracula) costruisce il Castello di Bucarest come fortezza. Diventa residenza dei voivoda nel periodo di Radu il Bello. Nel 1554 fu devastata dai turchi e poi ricostruita nel periodo di Patrascu il Buono. Dal 1659 è diventata la capitale del Paese Rumeno (regione dell’attuale sud) e nel 1859 diventa la capitale dei Principati Uniti.
Attualmnte, è la più grande città, il più importante centro economico, il più grande centro universitario (oltre 15 università) e culturale (Accademia della Romania, Opera

Banca Nazionale Bucarest

Banca Nazionale Bucarest

Rumena, teatri, musei, ecc.) e turistico.
Nelle vicinanze ci sono 16 laghi artificiali e nella città esistono 6 laghi: Cismigiu, Lago del Mulino, Titan, 23 Agosto, Drumul Taberii, ecc; e nella parte nord ci sono dei boschi e case di riposo.

Da visitare:
– Accademia degli Studi Economici – 1919, la prima costruzione del Rinascimento del 1926: stile classico, con influenze del Rinascimento francese;
– Accademia Rumena – stile neoclassico, costr. del 1890; Arco di Trionfo – costruito in memoria degli eroi dell’armata rumena della Prima Guerra Mondiale, inizialmente costruito in legno stuccato, poi nel 1935-1936 fu ricostruito dall’arch. Petre Antonescu di granito e cemento (altezza 11m, largh. 9,50m);
– Ateneo Rumeno – costruito alla fine del sec. XIX secondo gli arch. Albert Galleron e C. Baicoianu con caratteristiche neoclassiche: cupola barocca, 8 colonne in stile ionico, sala di concerti (28,50m diametro x 16 m alt.) dove è situata la statua di bronzo di Mihai Eminescu (illustre e conosciuto poeta rumeno), opera scolpita da Gheorghe Anghel;

Ateneo Bucharest

Ateneo Bucharest

– Banca Nazionale – costruita tra il 1883-1885 da Albert Galleron e Cassien Bernard in stile neoclassico francese;
– Chiesa Bucur – costruita nella prima metà del sec. XVIII;
– Chiesa Buona Novella – cominciata da Mircea Ciobanul (1545-1554) e terminata da Petru il Giovane (1559-1568) nello stile del monastero della Cozia – è stata la chiesa “Sposo” della regione Paese Rumeno;
– Chiesa Coltea – costruita tra 1701-1702 da M. Cantacuzino in stile rumeno – brancovenesco;
– Chiesa Kretulescu – costr. tra 1720-1722 da Iordache Kretulescu in stile rumeno – brancovenesco;
– Chiesa della Signora – costr. dalla moglie di Cantacuzino, Maria nel 1683 in stile brancovenesco e stile moldavo; all’interno affreschi dal sec. XVII;
– Chiesa Fundenii della Signora – costruita dal nobile Cantacuzino nel 1860;
– Chiesa Ghica – Tiglio (il Tiglio della Signora) – costr. dal voivoda Grigorie Ghica (1822-1828);
– Chiesa dei Patriarchi – sita sul colle della Mitropolia, costr. tra 1656-1658 da Costantin Serban Basarab (qui giacciono le ossa di San Dumitru Basarabov, il protettore della città);
– Chiesa San Giorgio Nuovo (Sf. Gheorghe Nou) – costr. da Costantin Brancoveanu;
– Chiesa San Spiridon Nuovo – sec. XVIII: cupola in stile gotico;
– Chiesa Stavropoleos – in nome di Ioanichie che diventò patriarca di Stavropoleos (Grecia); tra gli anni 1899-1904 è stata restaurata opera_bucharestdall’arch. I. Mincu: scena biblica – lotta di Sansone con Leo;
– Carro con birra – ristorante costruito in stile neogotico nel 1875;
– Casa Ghica – stile neoclassico;
– Casa Capsa – 1852, di appartenenza del cavaliere Slatineanu;
– Casa Centrale dell’Armata – costr. nel 1912 in stile neoclassico francese, al posto del monastero Salindar;
– Casa Dissescu – costr. negli anni 1910-1912, stile brancovenesco;
– Casa Lens-Vernescu – costr. nel 1820 in stile eclettico;
– Casa memoriale Martisor – dove ha abitato il poeta rumeno Tudor Arghezi;
– Casa del Popolo – il Palazzo del Parlamento – costruita tra il 1984-1989 da Uranus (alt. 84 m, oltre 4.000 uffici, sale per conferenze);
– Cattedrale San Giuseppe – cattedrale cattolica costr. nel 1883 dall’arch. Schmidt in stile romanico e gotico;
bucharest-cecbucuresti3bucuresti2

– Circo di Bucharest – costr. tra il 1960-1961;
– Giardino Botanico – il primo giardino botanico nel palazzo Cotroceni con l’aiuto del voivoda Al. I. Cuza;
– Han Manuc – costr. nel 1808: occupa parte dell’ex entrata nella Corte (La Corte Vecchia);
– Hotel Bucharest – costr. tra 1978-1980;
– Hotel Intercontinental – 80 m alt., dato in uso nel 1970;
– Hotel Athénée Palace-Hilton – costr. nel 1912 secondo l’arch. Francese Teophile Bradeau;
– Hotel Marriott;
– Hotel Sofitel – 1992-1994, oltre 200 stanze;
– Monastero Antim – costr. tra 1713-1715 al posto di una chiesa in legno; nel 1912 è stato costr. il Palazzo del San Sinodo, dove esiste una biblioteca, un museo in stile brancovenesco;
– Monastero di Piombo – costr. dal voivoda Petru Cercel (1559-1568); nel 1647 viene ricostruito da Matei Basarab aggiungendo anche la Casa dei Voivodi, dove nel 1573 viene istituita la prima tipografia di Bucharest;
– Monumento della Lupa di Roma – è stato dato in dono da parte della città del municipio di Roma nel 1906;
– Corte Antica – il Palazzo del Voivoda – museo in all’aperto – la prima residenza dei voivodi;
– Museo Nazionale di Arte – situo nell’ex Palazzo Reale, dal 1859 diventa la residenza del primo voivoda dei Principati Uniti: Al. I. Cuza; fino il 1947 è stato il Plazzo Reale; il museo è stato ristrutturato dopo il 1990;
– Museo di Storia di Bucharest (Palazzo -Sutu) – costr. tra 1834-1883 in stile neogotico; nel 1921 si creò come museo;
– Museo di Storia della Romania – sito nel Palazzo delle Poste (1894), in stile neoclassico;
– Museo Gheorghe Enescu (1881-1955) – struttura in stile barocco francese;
– Museo della Letteratura Rumena – stile neoclassico francese, sito nella Casa Scarlat Kretzulescu;
– Museo memoriale C.I. Nottata e C.C. Notara;
– Museo memoriale Gheorghe Bacovia (1881-1957);
– Museo dei Pompieri (1893);
– Museo del Villaggio – costr. in 1936 da D. Gusti (1880-1955), il fondatore della scuola rumena di sociologia, museo etnografico famoso nel mondo;
– Museo Teodor Aman (1831-1891);
– Museo tecnico dell’ing. Di mitrie Leonida;
– Opera Rumena – costr. nel 1953 dall’arch. O. Doicescu;
– Parco Cismigiu – dal 1830 (17 ha);
– Parco Herastrau – nel nord della città, realizzato negli anni 1936-1939, dove si trova il museo del villaggio e dell’arte popolare;
– Parco Nazionale – realizzato nel 1953 con il centro sportivo ed il teatro estivo;
– Parco Carol – dal 1900;
– Parco Plumbuita – funziona dal 1977 dove si trova anche il monastero con lo stesso nome;
– Parco dei Giovani dove si trova il Palazzo degli Sport e della Cultura ed una città per bambini;
– Parco Logo Tiglio;
– Palazzo della Stampa Libera (Casa della Scintilla) – costr. nel 1956-1966, dove prima del 1990 funzionava la “Casa della Scintilla”, oggi si trovano le sedi dei Ministeri della Cultura, Borsa Romena, Agenzia ROMPRESS;
– Palazzo Cotroceni – costruito nel 1893 all’interno dell’ex monastero Cotroceni, residenza del principe Ferdinand e dal 1950 ex Palazzo dei Pionieri; attualmente è la residenza del Presidente del paese;
– Palazzo Kretzulescu – sito vicino il lago Cismigiu è stato costruito prima della Prima Guerra Mondiale dall’arch. Petre Antonescu, costruito in stile barocco; attualmente è il Centro europeo dell’UNESCO;
– Palazzo Ghica Tiglio – costruito nel 1822 dal voivoda Grigorie Ghica (1822-1828) come residenza estiva; la struttura ha 2 livelli ed è concepita in stile neoclassico italiano;
– Palazzo di Giustizia (il Tribunale della Capitale) – realizzato in stile del Rinascimento francese dall’arch. A. Ballu, dove nel corridoio principale si trovano le scale e la “Sala dei passi perduti”;
– Palazzo del Ministero dell’Agricoltura – costruito nel 1896 dall’arch. Louis Pierre Blancare;
bucharest-romanian-athenaeum-ateneobucuresti_romania_palazzo_reale_sala-del-tronoPalazzo Cotroceni - Bucharest

– Palazzo del Ministero del Trasporto – costruito dal 1950, vicino è situata la Residenza del Patriarca;
– Palazzo delle Telecomunicazioni – costr. nel 1933 secondo i progetti di due architetti americani;
– Palazzo della Vittoria – sede del Governo, costruito tra 1937-1944 sull’ex Palazzo di Grigore Sturdza (1901);
– Sala del Palazzo – costr. nel 1959-1960 per i concerti, spettacoli, esposizioni;
– Teatro Nazionale – costr. negli anni 1967-1970 con la facciata in stile moldavo ispirato ai monasteri del nord della Moldavia;
– Università di Bucharest – istituita il 4/16 giugno 1864 sotto il regno di Cuza ed inaugurata nel 1869.

Poienari – località dove la leggenda dice che il principe Dracula aveva la fidanzata…

Potrebbero interessarti anche...